FERMO – Operazione diramata dalla Questura di Ascoli e compiuta nella mattinata del 2 febbraio.

Agenti del Commissariato di Fermo hanno tratto in arresto un cittadino marocchino di 53 anni: c’era un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Pesaro per una pena definitiva di 3 anni e 10 mesi di reclusione.

L’uomo infatti in passato aveva accumulato varie condanne presso i Tribunali di Fermo e Pesaro per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate, violenza sessuale e furto, sui quali avevano indagato il locale Commissariato e la Questura di Pesaro.

L’ultimo fatto delittuoso, consumato nella città di Pesaro nell’anno 2017, aveva portato così ad ulteriore condanna che veniva riunita a quelle in precedenza sospese facendo scattare il cumulo pene avendo  le medesime superato il limite di sospensione condizionale della pena e di fatto essendo divenute  inappellabili.

Dopo le formalità di rito il cittadino marocchino è stato condotto alla Casa di Reclusione di Fermo per l’espiazione della condanna inflitta.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 556 volte, 1 oggi)