GROTTAMMARE – Ancora una serata all’insegna del grande cinema per chi “non riesce a ricordare di dimenticare” l’ormai tradizionale appuntamento del giovedì in compagnia di Blow Up e della nuova stagione “Qualunque cosa pensi, Pensa il contrario”.

Il 7 dicembre alle 21.15 presso la sala Kursaal sarà la volta di Memento, capolavoro “imperativo” del 2000 e nuova sfida intellettuale di Christoper Nolan. Il nome significa infatti “Ricordati” (dal verbo latino Memini), mentre in inglese “memento” è un qualunque oggetto usato per ricordare qualcosa.

Dopo l’esordio con Following di 2 anni prima, il regista britannico rimette in discussione il linguaggio cinematografico a colpi di decostruzioni e ricostruzioni della linearità della fabula, tra dissolvenze, incertezze e ambiguità, che regalano allo spettatore un rompicapo difficile da risolvere mentre la verità si frammenta in un puzzle. Il montaggio del film è la rappresentazione visiva della mente del protagonista: ogni scena è interrotta dopo 15 minuti e riparte con la successiva, cronologicamente opposta.

“Si tratta di un film particolarmente importante perché incarna in maniera perfetta il senso del titolo della rassegna seguendo un procedimento narrativo contrario a quello tradizionale – sottolinea Blow Up – Racconta la storia di Leonard Shelby attraverso 2 blocchi narrativi alternati, uno in bianco e nero che fa procedere il racconto, un altro a colori che porta lo spettatore indietro nel tempo, percorrendo a ritroso la narrazione. Ogni scena a colori termina infatti all’inizio della scena a colori successiva, che però la precede temporalmente. In questo modo, il geniale regista nasconde ingegnosamente al pubblico ciò che il protagonista non ricorda, creando le basi per una profonda immedesimazione“.

Un viaggio mentale sull’importanza del ricordare e del conoscere se stessi che si snoda lungo l’iter del tormentato protagonista, e che Nolan “ricorderà” anche in seguito, con il personaggio di Dom Cobb in Inception. A sua volta “ricordato” da Blow Up, però all’inizio, nelle immagini-simbolo della nuova stagione che man mano si dissolve e cominciamo a ricostruire.

Allora, a che punto eravamo?

Trama. Leonard Shelby veste abiti firmati e si sposta su una Jaguar d’epoca, vive in motel e paga sempre in contanti. Un terribile trauma ha scardinato la sua memoria a breve termine: non può conservare un ricordo per più di qualche minuto. L’ultima informazione che non riesce a dimenticare è che qualcuno ha ucciso e violentato sua moglie, ed è fortemente deciso a scoprirne l’identità e a farsi giustizia sommaria. Per non perdere la visione d’insieme del puzzle investigativo che sta cercando di ricostruire, Leonard è così costretto ad organizzarsi secondo un complesso sistema di promemoria: foto polaroid con note sintetiche riguardo ai soggetti che incontra, tatuaggi sul corpo per gli elementi fondamentali dell’indagine, una vera babele di appunti.

L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2017-2018, rilasciata dall’Associazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta velocemente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà di partecipare liberamente a tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 153 volte, 1 oggi)