SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Blitz delle Polizia di Stato sambenedettese.

Nella notte del 15 ottobre è stato commesso un tentato furto all’interno della ditta di San Benedetto, “Fertec”, specializzata nella lavorazione dei metalli.

L’autore, dopo aver divelto la cancellata con un furgone, si era diretto verso la porta d’ingresso frantumando l’annessa vetrata onde guadagnarsi un pertugio idoneo all’accesso. Quest’ultima azione ha provocato l’attivazione dell’allarme sonoro installato sul perimetro della struttura che ha costretto il malfattore ad allontanarsi frettolosamente.

Personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato sambenedettese ha intrapreso le indagini del caso procedendo, in prima battuta, all’acquisizione del filmato dell’impianto di videosorveglianza in funzione all’interno della ditta.

Le immagini evidenziavano la sagoma del malvivente riconosciuto dagli agenti. Identificato un 50enne pregiudicato della zona.

L’uomo era stato, tra l’altro, fermato il 17 ottobre per il furto consumato ai danni della ditta “La Fenice”  quando a bordo di un furgone rubato aveva trafugato dal pertinente magazzino alcuni termocondizionatori e tubi di rame per un valore superiore ai 25 mila euro, interamente recuperati dai poliziotti.

Nella circostanza il 50enne  indossava gli stessi indumenti visibili nel filmato concernente il tentato furto ai danni della ditta individuale “Fertec“.

A seguito degli esperiti accertamenti, l’uomo è stato indagato per entrambi i reati contestati con trasmissione di un’articolata informativa di reato trasmessa alla locale Procura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 773 volte, 1 oggi)