SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella scorsa nottata, all’interno della ditta di termoidraulica “La Fenice” sulla Statale 16, è stato consumato un furto.

Nella circostanza l’autore, dopo aver divelto la recinzione della ditta, aveva rubato un furgone Iveco e materiale di vario genere tra cui alcuni termo-condizionatori e numerosi tubi in rame per un valore complessivo di circa 25 mila euro.

Nella mattinata del 17 ottobre gli agenti del Commissariato di Polizia di San Benedetto del Tronto, ricevuta la segnalazione dell’accaduto e la targa del mezzo sottratto, hanno intrapreso ricerche mirate a seguito delle quali riuscivano a ritrovare il furgone e l’intera refurtiva, occultati in una zona boschiva al confine tra i comuni di San Benedetto del Tronto ed Acquaviva Picena.

L’attività info-investigativa, espletata nell’immediatezza, e la contestuale visione delle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza dell’esercizio colpito, hanno consentito di identificare l’autore del furto: un 50enne pregiudicato italiano residente a San Benedetto il quale, rintracciato poche ore dopo, è stato denunciato per il reato di furto pluriaggravato.

L’intera refurtiva è stata recuperata e riconsegnata ai titolari della ditta. 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.351 volte, 1 oggi)