SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovi dettagli giungono dal Commissariato di San Benedetto inerenti alla rissa alla stazione avvenuta nella serata del 17 ottobre.

Ad allertare i poliziotti è stato un autista di un autobus di linea. Gli agenti hanno constatato che un 36enne di Martinsicuro, extracomunitario e regolare sul territorio nazionale, aveva una profonda ferita alla mano.

Il ferito ha indicato ai poliziotti che l’aggressore era vicino a delle auto in sosta nei pressi della stazione. La violenta zuffa era avvenuta nell’autobus giunto allo scalo ferroviaro.

Il responsabile è un 36enne cittadino extracomunitario, anch’esso residente a Martinsicuro, colpito dalla misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di San Benedetto del Tronto.

Nonostante la presenza della Polizia ha continuato ad inveire contro il connazionale che pochi minuti prima aveva ferito a bordo dell’autobus con una bottiglia di birra rotta, rinvenuta a terra poco distante e sequestrata.

Il cittadino extracomunitario ferito è stato portato in ospedale dal personale sanitario del 118 e dopo le cure del caso è stato dimesso con una prognosi di 25 giorni mentre il connazionale irregolare è stato arrestato e portato nel carcere di Marino del Tronto.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.285 volte, 1 oggi)