SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Perché in Consiglio non andrà il bilancio consolidato nonostante la scadenza del 30 settembre?” Questo il contenuto sostanziale di un’interrogazione consiliare protocollata oggi dal consigliere Pd Tonino Capriotti. Il quesito, a risposta orale, ha il carattere dell’urgenza per cui è sottoposto all’attenzione del presidente del Consiglio che può decidere di inserirla all’ordine del giorno della riunione d’assise di sabato mattina ex articolo 41 (comma 6) del regolamento.

Capriotti, nella sua interrogazione, chiede appunto perché non si sia deciso di proporre all’ordine del giorno l’approvazione del documento che mostra i conti di tutte le partecipate dell’ente, nonostante i dettami dell’articolo  151 del Dlgs 267/2000 (Tuel). Il democratico chiede lumi su quando, visto che non avverrà questo sabato, ci sarà la discussione e infine si domanda il perché dell’eliminazione del servizio “Bilancio Consolidato e Controllo Economico delle Partecipate”, ‘smantellato’ chiosa Capriotti “con la recente riorganizzazione degli uffici comunali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)