SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è conclusa sabato 19 agosto la prima edizione del San Benedetto Film Fest, la rassegna cinematografica internazionale che ha portato il cinema d’autore in riviera. Presenti il Sindaco Pasqualino Piunti, l’Assessore alla Cultura Annalisa Ruggieri, il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e il Consigliere Tonino Capriotti.

L’evento, unico nel suo genere nel territorio marchigiano, ha raccolto i consensi del numeroso pubblico accorso al Parco Wojtyla nelle cinque serate che hanno visto sfilare dieci film, cinque cortometraggi e cinque lungometraggi, selezionati da una giuria di qualità tra più di cento lavori presentati e provenienti da tutto il mondo.

La manifestazione organizzata dalla Associazione Antoniana Eventi dal presidente Nazzareno Splendiani ai vari componenti come Tarcisio Bastarelli, Giorgio Fede, Paolo Varese, e la Compagnia Teatrale Gli O’Scenici, nella persona del Regista Marco Trionfante, (ideatore e Direttore Artistico), insieme alla Compagnia Teatrale O’Scenisci e patrocinata dal comune di San Benedetto del Tronto, dalla Provincia di Ascoli Piceno e dal Consiglio Regionale Marche, ha dunque tutti i presupposti per diventare il nuovo “Giffoni Film Festival” di San Benedetto del Tronto, visto che nessuno prima ad ora aveva pensato di organizzare un Festival del Cinema Internazionale in questo contesto.

Nella serata finale, tra una premiazione e l’altra, è stato reso omaggio a 3 autori marchigiani con le proiezioni  di tre opere fuori concorso:

·         “The italian way” di Luigi Maria Perotti, un documentario che narra, attraverso tre distinte storie e tra luoghi comuni spesso sfatati, il modo in cui gli italiani sono visti all’estero e la loro capacità innata di reinventarsi e adattarsi a nuove situazioni.

·         “Rèsce la luna” di Giulia Di Battista, un cortometraggio che rievoca emozioni d’altri tempi attraverso la narrazione in dialetto sanbenedettese di un’anziana signora accompagnata da immagini molto suggestive.

·         “Muccapazza”, interpretato da Pierpaolo Piccioni e realizzato dai partecipanti al corso “Amore ai tempi di Social e Smartphone”, un cortometraggio liberamente ispirato al racconto dello scrittore Massimo Maugeri.

Film protagonista assoluto della serata,  che ha ricevuto ampi consensi sia da parte del pubblico che della giuria, è stato Blue Lips (regia di Antonello Novellino) che ha fatto incetta di premi accaparrandosene ben 4: miglior attrice protagonista (Mariana Cordero), miglior attrice non protagonista (Malena Sanchez), miglior film lungometraggio e premio della giuria popolare.

Grande soddisfazione anche per i registi Francesco Felli e Giovanni Battista Origo vincitori ex aequo nella categoria “miglior cortometraggio” rispettivamente per le pellicole “Il profumo delle stelle” (premiato anche per la categoria “miglior attore protagonista” Alessandro Haber),  e “La notte del professore”. Presenti alla manifestazione il regista de “Il profumo delle stelle”, Francesco Felli, e la sceneggiatrice de “La notte del professore”, Elettra Melucci, che hanno ritirato il meritato premio.

Non meno importante è il riconoscimento che stato dato dalla giuria popolare al film cortometraggio “Crisalide” che, con la sapiente regia di Alfonso Bergamo e l’interpretazione eccelsa dell’attore Fabrizio Apolloni (presente alla premiazione), ha regalato grandi emozioni al pubblico accorso nella serata.

Nota di merito anche per Teodosio Barresi, premiato come miglior attore non protagonista nel film cortometraggio “Polis Nea” di Pierluigi Ferrandini.

In conclusione, una serata gradevole che ha regalato belle emozioni ai presenti, i quali hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa. Si auspica che il prossimo anno si organizzi di nuovo con altrettanta passione perché San Benedetto ha bisogno di eventi di questo calibro ed ha tutte le potenzialità per farlo diventare uno degli eventi di punta per valorizzare il territorio e la sua cultura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 559 volte, 1 oggi)