SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto raccoglie in qualche modo l’eredità di “Anghiò” il festival del pesce che è sparito dalla programmazione estiva e non senza polemiche a rimorchio. Lo fa con un format tutto nuovo, che si propone di “staccare” col passato. Anche arricchendo il programma, non più solo incentrato sull’aspetto gastronomico ma introducendo anche elementi culturali accessori, se vogliamo.

Il progetto si chiama “Ittico” ed è presentato come un vero e proprio “Festival del Mare” a 360 gradi che si terrà fra Palazzina Azzurra e Piazza Giorgini i prossimi 13 e 14 agosto. Il pesce ovviamente, quello cucinato secondo le nostre tradizioni, è il protagonista: si va dalle degustazioni di brodetto, al pesce fritto passando per le alici il tutto accompagnato da vini rigorosamente locali. Pensato più come una rassegna gastro-culturale che come una semplice “sagra” ittico presenterà pure momenti “didattici” se vogliamo con un convegno, fissato per le 19 del 13 agosto in Palazzina, da titolo “Pesca o Turismo?”.

Realizzato con il sostegno e l’organizzazione di Confesercenti, Ittico vede il contributo anche della Regione, del Comune e della Camera di Commercio. Presenti poi due momenti di intrattenimento col circo Takimiri (il 14) e lo spettacolo di Michele Tomatis il 13 agosto, artista polivalente famoso per i suoi spettacoli coinvolgenti fatti di musica, proiezioni e costumi di scena stravaganti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 923 volte, 1 oggi)