PRATO – Alcuni dirigenti del Prato avrebbero alterato i risultati di alcune partite e favorito l’ingresso illegale in Italia di minorenni africani alcuni dei quali poi ceduti a ignare squadre di serie superiore.

La Polizia di Prato sta eseguendo quattro misure cautelari e numerose perquisizioni per immigrazione clandestina, falso documentale e favoreggiamento reale a carico di persone legate al mondo del calcio. Alcuni di loro avrebbero anche alterato risultati calcistici.

Nel frattempo Messina e Ancona (retrocessa in serie D, ha rinunciato all’iscrizione e probabilmente ripartirà dall’Eccellenza) sono state penalizzate con due punti in meno e mille euro di ammenda. Lo ha deciso il Tribunale Federale Nazionale per violazioni Co.Vi.So.C., un punto in meno anche per Mantova e Matera (i lucani multati anche di 5 mila euro).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 316 volte, 1 oggi)