ANCONA – Un milione di euro in voucher per aiutare i genitori che lavorano a pagare le rette dei nidi e dei centri dell’infanzia e conciliare quindi meglio i tempi famiglia/lavoro.

Sarà pubblicato il 29 giugno sul Burm il bando sui “Voucher di conciliazione”, corredato dai fondi POR Marche FSE 2014-2020, che costituisce uno strumento di intervento per favorire l’inclusione sociale e potenziare i servizi di cura al fine di incrementare i tassi di attività e di occupazione femminili.

“Con questo bando molto atteso e di fondamentale importanza per le famiglie con figli a carico di età compresa tra 0 e 36 mesi – spiega l’assessore al Lavoro, formazione istruzione Loretta Bravi – la Regione si impegna a sostenere la particolare e delicata condizione di genitori/occupati attraverso il potenziamento della fruibilità dei servizi socio educativi per la prima infanzia. Investendo inoltre sui servizi che agevolano la conciliazione dei tempi famiglia/lavoro si favorisce un innalzamento dei tassi di attività ed occupazione femminili. L’erogazione di voucher alle famiglie per la compartecipazione alla spesa nell’acquisizione di tali servizi infine, fornisce un supporto nei compiti educativi di cura ed accudimento dei figli”.

Il valore massimo del voucher è pari a 2.000 euro per una quota mensile di 200 euro, che andrà a coprire in tutto o in parte il costo della retta mensile a carico delle famiglie che utilizzano il servizio. Considerato che la famiglia utilizzerà il voucher pagando una retta già decurtata del suo valore, la Regione Marche rimborserà all’Ente gestore il valore del voucher.

Le famiglie monogenitoriali o nucleari potranno utilizzare i voucher nelle seguenti tipologie di servizi socio-educativi 0-36 mesi regolarmente accreditati:

• Nidi pubblici e privati

• Centri per l’infanzia con pasto e sonno pubblici e privati

• Centri senza pasto e sonno pubblici e privati • Nidi domiciliari;

Si precisa che:

nelle famiglie nucleari entrambi i genitori devono essere occupati;

è necessario un ISEE in corso di validità non superiore ad € 25.000;

è ammessa la presentazione di una sola domanda per nucleo familiare;

Le domande dovranno essere presentate attraverso la piattaforma SIFORM2 dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul BURM del 29 giugno fino alle ore 12 del 31 luglio.

La domanda può essere compilata direttamente dall’interessato o, se necessario, con il supporto degli operatori dei Punti Unici di Accesso collocati presso gli Ambiti Territoriali Sociali. La graduatoria regionale sarà approvata con decreto del Dirigente del Servizio entro il tempo massimo di 60 giorni dalla data di scadenza della presentazione della domanda.

A seguito di approvazione della graduatoria delle domande ammesse al beneficio alle famiglie verrà data comunicazione del riconoscimento di un voucher.

Info bando: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/News-ed-eventi/post/27691. La graduatoria verrà pubblicata al seguente indirizzo web: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/Sostegno-alla-famiglia#Risorse-economiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)