SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Una manifestazione storica per San Benedetto che ci riempie di orgoglio e soddisfazione presentare per la 21^ edizione” e ancora “un evento unico che lascia a San Benedetto un vero e proprio museo a cielo aperto”. Con queste parole l’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri presenta la 21^ edizione di Scultura Viva che quest’anno presenta notevoli cambiamenti. A partire dal nome. Il “Festival dell’arte sul mare”, questa la nuova denominazione della tradizionale kermesse, è pronto infatti ad aprire i battenti il prossimo 4 giugno con un’edizione diversa rispetto al passato. A partire dalla promozione che dice addio ai classici (e più costosi) cataloghi in luogo di 3 mila pieghevoli “per favorirne la diffusione” chiosa ancora  l’assessore Ruggieri.

Si parte dalla presenza, ovvia, degli scultori “da sempre fonte di fascino per i turisti che li vedono all’opera durante i giorni del festival” commenta il “padre” della manifestazione Piernicola Cocchiaro. E gli “scalpelli” quest’anno saranno quattro. A partire dal greco Antonis Myrodias che realizzerà l’opera “Rapport”, dall’italiana Francesca Bernardini con “Silenziosi rifugi” per arrivare ad Antonio Mezzina che scolpirà “Concentrico 3-Onda”. E ancora Genti Tavanxhiu che realizzerà, a due passi dal mare, l’opera “Soffio”.

Non solo scultura però. Quest’anno infatti il festival ospiterà altre espressioni d’arte. Come le installazioni di Tiziana Abretti e Bruno Cerasi o ancora quella di Emmanuele Panzarini che, un po’ come il famoso artista statunitense Christo, ricoprirà alcuni dei massi del Molo Sud con un tessuto dorato. Spazio anche ai murales con l’opera che sarà realizzata dagli studenti delle classi 3^F e 4^A del Liceo Scientifico “Rosetti” “capitanati” dal professore (e scultore) Paolo Annibali, tutte opere che verranno realizzate dal 4 al 10 giugno. “Alla fine di questa manifestazione San Benedetto si ritroverà con 151 sculture e 19 murali” chiosa ancora Cocchiaro.

Una novità di quest’anno, poi, sarà il concorso aperto alla pittura su tela con oltre 25 artisti iscritti da tutta Italia e non solo. i quadri realizzati saranno pi esposti in Palazzina Azzurra dall’11 al 18 giugno, serata conclusiva della kermesse, durante la quale proprio le tele esposte verranno messe all’asta per finanziare le prossime edizioni del festival.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.044 volte, 1 oggi)