SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Riviera è in festa. San Benedetto del Tronto festeggia il suo Santo Patrono, San Benedetto Martire. Dal 13 al 16 ottobre al Paese Alto, cuore storico della città, ci saranno una serie di eventi e stand gastronomici.

Nel pomeriggio del 13 ottobre avrà luogo la processione, dalle 16.30. Avrà inizio dalla Cattedrale e percorrerà via Pizzi, Gramsci, viale Secondo Moretti, via XX settembre, via Fileni, via Voltattorni, piazza Sacconi e chiesa di San Benedetto Martire come atto finale. A seguire ci sarà la solenne celebrazione presieduta dal vicario generale mons. Romualdo Scarponi.

Per chi non ne conoscesse la storia, Benedetto fu un soldato della guarnigione romana di stanza a Cupra (attuale Cupra Marittima), oggetto di una delle ultime terribili ondate di persecuzione verso i cristiani, quella che fece seguito al quarto editto dell’imperatore Diocleziano nel 304. Il soldato Benedetto, del quale si ignorano le origini, non abiurò la fede cristiana e, secondo la storia tramandata nei secoli, venne decapitato il giorno 13 ottobre (304?) sul ponte del torrente Menocchia, e poi gettato nello stesso corso d’acqua per poi finire in mare. Qui, dopo aver percorso appena 4 miglia, finì su una spiaggia dove venne raccolto da un contadino che volle dargli degna sepoltura sul primo promontorio antistante. La tomba del martire divenne presto un luogo di culto e, attorno ad essa, nel tempo, si formò il nucleo originario dell’attuale San Benedetto del Tronto. Pare infatti che il luogo dell’iniziale tomba (catacomba) coincida con quello sul quale venne edificata la prima Pieve di San Benedetto sul sito della quale nel XVIII secolo è stata poi eretta l’attuale chiesa abbaziale di San Benedetto Martire, al centro del Paese Alto, il nucleo più antico della moderna cittadina picena che dallo stesso Santo ha tratto il suo nome. (fonte Città di San Benedetto del Tronto).

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)