SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  La S.S. Sambenedettese comunica di aver raggiunto l’accordo con il difensore classe ’85 Stefano Ferrario. Il centrale difensivo, 1,90m per 86kg, originario di Rho, è cresciuto nelle giovanili del Como, con il quale debutta in serie C1 nel 2004. Nel 2005 si trasferisce alla Ternana, dove gioca una stagione in serie B ed una in serie C1.

Nel 2007 passa al Ravenna dove gioca 7 partite in serie B, poi resta in Romagna anche nella stagione successiva in serie C1.

Nel gennaio 2010 passa al Lecce, debuttando in serie A proprio con la maglia salentina in occasione di Milan-Lecce. Segna la sua prima rete in massima serie il 10 dicembre 2011 nella gara Lecce-Lazio terminata 2-3. Dopo il trasferimento a Parma con la formula del prestito, fa ritorno a Lecce nel 2012. Successivamente disputa due stagioni con la casacca rossonera della Virtus Lanciano, in serie B, totalizzando 33 presenze e 1 gol. Nel 2015/16 indossa la casacca dei rosazzurri del Catania per poi trasferirsi, nella stagione 2016/17 alla Sambenedettese, siglando un contratto annuale.

“La Samb è la squadra che più mi ha voluto e che mi ha cercato assiduamente per più di un mese. Il mio procuratore ha lavorato molto affinchè potessi vestire questa maglia. Da parte mia non ho esitato ad accettare, appena saputo l’interesse: San Benedetto è una piazza che mi interessava tantissimo e nella quale avevo piacere di giocare”. Da una piazza calda come quella di Catania ad una altrettanto importante e calorosa come quella del Riviera delle Palme: “E’ un pò l’essenza del calcio andare a giocare nelle piazze dove c’è un tifo che ama la propria città ed ama la propria maglia. Il bello è quello e si cerca di onorarla e di risucire a soddisfare un pubblico di gente come è quello del Riviera”. Caratteristiche tecniche: “Sono un difensore di esperienza; strutturato, atletico, che cercherà di dare il proprio contributo in tutti gli aspetti del reparto difensivo. Mi porto dietro un bagaglio di parecchie esperienze in serie A e B e spero di essere utile per la causa, dando man forte anche ai più giovani”. “L’unico messaggio che posso lanciare ai tifosi rossoblù – conclude il centrale lombardo – è di rimanere vicini alla squadra fino all’ultima partita di campionato, al di là dei risultati, di non mollare, di stare con noi perchè possono essere davvero la marcia in più per raggiungere qualcosa di importante”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.081 volte, 1 oggi)