SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grazie all’apporto encomiabile di decine di giovani volontari che si sono messi a disposizione sin dalle prime ore successive al terremoto, i volontari della Protezione civile coordinati dal comando della Polizia Municipale sono riusciti a organizzare e inscatolare in poche ore la grande quantità di materiale portata al Palasport dai cittadini.

Dopo il viaggio mattutino ad Amatrice, nel pomeriggio di ieri un secondo carico di beni è partito da San Benedetto e consegnato al secondo campo di accoglienza di Arquata del Tronto.

Ora, come da disposizione della Protezione civile nazionale che sta effettuando un censimento dei bisogni tra i vari campi allestiti nell’area terremotata, tutto questo materiale verrà stoccato in un magazzino messo generosamente a disposizione da un’azienda locale in attesa che arrivino le richieste specifiche. In tal caso, i mezzi porteranno in poche ore il materiale alla destinazione indicata.

La raccolta di beni prosegue al Palasport, sempre con orario 8/20.

Per quanto riguarda la città, ieri si sono conclusi i sopralluoghi nelle scuole da parte dei tecnici comunali incaricati dal sindaco Pasqualino Piunti. Si conferma che non si registrano lesioni significative.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 969 volte, 1 oggi)