SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I lavori in corso alla foce dell’Albula, per realizzare il pennello in grado di mitigare, nelle intenzioni, l’influsso del torrente sulla spiaggia sambenedettese, sono attualmente in corso. Abbiamo voluto ascoltare l’opinione di due concessionari di spiaggia che hanno stabilimenti balneari proprio nelle vicinanze dell’Albula.

Massimiliano Ascentini, gestore dello chalet Il Bacio dell’Onda, afferma “che c’è stato un netto miglioramento, grazie al pennello la spiaggia è aumentata. Secondo me ci potranno essere dei vantaggi per la mia attività,  immagino che i turisti saranno incuriositi e attratti dall’opera finale, l’acqua sarà più pulita perché non ci saranno più i detriti portati dal torrente. Speriamo almeno che entro l’estate riescano a togliere le transenne, in modo da permettere di passeggiare fino alla fine della spiaggia”.

Al vicino chalet Da Luigi il titolare Ennio Capriotti, concorda: “Questi lavori hanno portato grossi benefici, la spiaggia si è già ampliata di una decina di metri: stiamo recuperando rispetto ai trenta metri che abbiamo perso la stagione scorsa a causa dell’erosione. L’acqua è più pulita e non si vede quel fango che prima veniva scaricato in mare dal torrente. Spero vivamente che entro fine mese smonteranno il cantiere”.

“Abbiamo un buon numero di richieste da parte dei clienti e vorremmo soddisfarli al meglio per la stagione che si sta per aprire. Certo, la questione Bolkestein ci preoccupa, speriamo che non accada perché non avremmo la possibilità di pagare più i nostri mutui. Siamo nelle mani dei politici”, conclude Capriotti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.513 volte, 1 oggi)