ASCOLI PICENO- Qui le impressioni dei protagonisti di Monticelli-Samb, terminata 1 a 1. Succede tutto nel finale di primo tempo quando prima Palumbo trova il suo primo gol stagionale, salvo vederselo poi rimontato da Traini che beffa la retroguardia rossoblu raccogliendo un corner di Petrucci.

Franco Fedeli: Nel secondo tempo ho visto la peggiore Samb della stagione, abbiamo completamente smesso di giocare nella ripresa. Non ammetto cali nonostante le tante vittorie di fila. Abbiamo una rosa ampia e oggi a mio avviso è stata mal utilizzata. Se è una critica alla guida tecnica? Prendetela come volete ma io dico quello che penso. Se ho chiesto io il cambio Montesi-Pettinelli? Beh Pettinelli ha un altro passo e si è visto, ho espresso un parere ma la decisione del cambio non è stata mia, tanti altri comunque ne avrei sostituiti oggi. Complimenti al Monticelli che ci ha messo del suo ma comunque rimane un’ingenuità nostra il gol concesso. Se siamo stati noi ad avallare la decisione della Prefettura di non concedere la trasferta ai tifosi della Samb? No assolutamente no, noi giochiamo male senza il nostro pubblico, sono il 12° uomo in campo.

Luigi Palumbo: Contento per il gol? Non direi, ho sempre detto che i risultati personali sono belli solo se vanno di pari passo con i risultati di squadra e oggi le due cose non sono andate di pari passo, quindi non posso dirmi soddisfatto. Se devo rimpiangere qualcosa è l’ingenuità che abbiamo commesso dopo essere passati in vantaggio. Ma non dobbiamo fasciarci la testa perché questo pareggio non è un dramma e già da domani domiamo metterci a pensare al Fano, perché domenica ci aspetta un’altra gara dura. Matelica e Fano accorciano: paura? Avere un vantaggio come il nostro vuol dire che possiamo ancora marciare in tranquillità, questo non vuol dire che possiamo abbassare la guardia ma che possiamo trovare, nel vantaggio che abbiamo, le giuste forze per proseguire il cammino.

Nico Stallone: Siamo felicissimi per il pareggio, insieme alla Fermana siamo gli unici a non aver perso con la Samb e di questo non possiamo che essere soddisfatti perché abbiamo fermato un gruppo di professionisti nei fatti con dei ragazzi quasi tutti provenienti dai dintorni di Ascoli, con 4 dei quali che addirittura hanno un altro lavoro. Devo fare comunque i complimenti a Palladini e al suo gruppo che oggi si è rivelato comunque tosto e meritatamente in testa secondo me. Ho fatto i complimenti al mister rossoblu e ci siamo salutati affettuosamente anche perché era l’unico Sambenedettese in questo derby praticamente.

Ottavio Palladini: Oggi abbiamo nel complesso sicuramente fatto di meno rispetto alle altre uscite. Nel primo tempo però abbiamo giocato bene, prodotto tanti angoli e alla fine trovato anche il gol, che però siamo stati ingenui a farci rimontare. Nel secondo tempo nei primi 10 minuti non eravamo partiti neanche male, ma poi si è spento qualcosa e anche il Monticelli ci ha messo del suo per portare a casa il punto, quindi complimenti anche a loro. I cambi? Ho ragionato sull’opportunità di avere più peso davanti per andare in vantaggio con l’ingresso di Fioretti, poi ho dovuto purtroppo togliere Sorrentino perché era arrivato allo stremo. Esco da Ascoli oggi comunque con la sensazione che nulla è compromesso e che sono alla guida di un grande gruppo. 12 vittorie e 3 pareggi da quando sono qui non sono un risultato da sottovalutare.

Alessandro Sabatino: Un po’ di affanno e meno lucidità oggi, soprattutto nel secondo tempo e anche da parte del nostro reparto. Non è successo niente comunque, la testa è già al Fano, una partita in cui vogliamo riscattarci della delusione che non nego proviamo oggi. I due punti di vantaggio persi? Non ci interessa perché se riusciamo a giocare bene faremo la nostra strada e questi due punti non peseranno.

Andrea Petrucci: “Il pareggio è il risultato giusto per quello che si è visto in campo. Nel primo tempo la Samb ci ha messo in difficoltà, abbiamo sofferto perché ci siamo abbassati troppo concedendo spazio alle loro manovre. Nella ripresa abbiamo fatto quello che sappiamo fare, e cioè giocare alti e mettere in difficoltà la Samb. La squadra di Palladini è compatta e ha calciatori di categoria superiore e sicuramente vincerà il campionato”.
Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.828 volte, 1 oggi)