SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Sarà una settimana calda quella che condurrà alla partita del Del Duca di domenica pomeriggio per la Samb. E se tanti in città sono divisi sul considerare o meno la partita col Monticelli alla stregua di un derby, quel che è certo è che la sconfitta dell’andata (5-4 per gli ascolani al “Riviera”) non è andata giù praticamente a nessuno, calciatori compresi, i quali verosimilmente vorranno lavare l’onta di quella disfatta autunnale, che tra le altre cose fu uno dei primi scricchiolii alla panchina di Loris Beoni, esonerato poi due turni di campionato più tardi.

Ovviamente da quel giorno di acqua sotto i ponti ne è passata e di mezzo c’è un’altra gestione tecnica, una gestione solidissima e capace di 14 risultati utili consecutivi e ciò rende l’approccio a questa sfida di ritorno sicuramente molto meno denso di tensioni. E se i tifosi rossoblu non potranno essere della partita (sarà comunque possibile vederla in diretta su Rai 3 per tutti gli abitanti della provincia di Ascoli), Palladini comunque non dimentica “l’importanza che questa partita ha per i nostri sostenitori. Loro come noi d’altronde la considerano una partita particolare, ma più che per i fattori ambientali questa sfida per noi è importantissima dal punto di vista della classifica”-precisa il tecnico- “anche perché dopo il Monticelli la prossima trasferta sarà a Matelica e prima ancora riceveremo il Fano che, nonostante sia scivolato a 13 punti, sono convinto che non mollerà nulla da qui alla fine”.

E se l’importanza della partita è appurata e fuori di dubbio, qualche incertezza ci potrebbe essere per quanto riguarda gli uomini a disposizione. Filippo Baldinini infatti è ancora alle prese con i postumi dell’operazione al naso e si sottoporrà a una visita di controllo nella giornata di venerdì, anche se, dallo stesso Palladini filtra ottimismo “sulla possibilità per il giocatore di scendere in campo, magari anche con la maschera”. Quel che è certo però, è che il giocatore ha svolto a parte l’allenamento odierno e svolgerà a parte la doppia seduta di domani per evitare contatti dolorosi con palla e compagni. Qualche problema anche per Pettinelli infine, che è alle prese con un’infiammazione del tendine di un ginocchio e al momento resta il più in dubbio.

A parte quindi qualche acciaccato, le condizioni della “banda” sembrano ottimali e i prodromi per una grande partita ad Ascoli ci sono tutti. Indipendentemente dall’opportunità di considerare la partita un derby oppure no.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.642 volte, 1 oggi)