GROTTAMMARE – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte del consigliere comunale Lorenzo Vesperini nei confronti dell’amministrazione comunale di Grottammare. Si discute della tematica Cosap.

Come oramai consetudine nel nostro Comune l’amministrazione continua a tassare tutti i grottammaresi senza il ben minimo senso di vergogna, anche dopo i vari aumenti IMU sugli immobili concessi in uso gratuito ai figli 9,00 x mille, dopo il rincaro della TA.RI,  l‘aumento della TASI in questi giorni si è aggiunta la richiesta illegittima del  pagamento di occupazione suolo pubblico (leggasi passo carrabile) a tutti i cittadini prorpietari di accessi su strada comunale.

Per l’ennesima volta gli uffici comunali con l’avallo della maggioranza hanno fatto recapitare agli ignari cittadini dall’Ente Esattore Andreani Tributi srl una raccomandata per mancato pagamento del passo carrabile che vede costretto il contribuente a pagare l‘ennesimo balzello, corredato da sanzioni e tassi moratori.

La richiesta di mancato pagamento del tributo (ex TOSAP, la cui denominazione è cambiata nel tempo) in genere deve essere prima accertato dall’ente comunale tramite un procedimento amministrativo ed una debita istruttoria all’esito della quale, in caso di effettiva violazione, va poi notificato apposito avviso di accertamento soggetto ad impugnativa od istanza di autotutela in caso di errori, abusi o violazioni.

La nostra amministrazione comunale ha deciso invece di demandare direttamente alla Andreani Tributi srl la notifica di numerose diffide di pagamento per il recupero forzoso della (ennesima) tassa, senza dare impulso al procedimento amministrativo con tutte le garanzie di tutela per il cittadino, di nuovo degradato a suddito delle istituzioni. E‘ doverso portare a conoscenza la cittadinanza di questo grave metodo di azione, anche perchè le diffide notificate e che sono in corso di notifica non permettono alcuna possibilità di impugnare le richieste di pagamento nè di far rilevare errori, abusi e violazioni.

Questo è l’ennesimo schiaffo che l’amministrazione del Comune di Grottammare ha effettuato ai propri cittadini. Anche la procedura scelta risulta essere errata dal punto di vista formale, considerato che in assenza di avvisi di accertamento l’intero procedimento è affetto da gravi vizi tali da portare anche all’annullamento della richiesta di pagamento.

Ritengo opportuno farmi portavoce per i numerosi cittadini ai quali è stata recapitata questa ingiusta richiesta di pagamento dell’ennesima tassa che va ad aggravare ulteriormente la pressione ed il peso fiscale sulle casse familiari .

Si ritiene opportuno informare i cittadini che il Regolamento Comunale prevede che se le entrate ai garage che sprovviste di qualsiasi manufatto, il Comune non può pretendere il pagamento di alcuna tassazione. (cfr art.23 REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DEL CANONE PER    L’OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHEI semplici accessi che si aprono direttamente sul suolo pubblico, sprovvisti di qualsiasi manufatto, non danno luogo all’applicazione del canone)

E‘ evidente la responsabilità politica ed amministrativa sia del sindaco che di tutta la Giunta Comunale poichè la cittadinanza non è stata informata dell’ennesima tassazione richiesta e dell‘applicazione dell‘articolo 23 del Regolamento  Comunale avendo a disposizione diversi canali istituzionali come Grottammare Informa e l’applicazione smartphone adatti proprio per la  comunicazione .

Dove è la Solidarietà e la Partecipazione tanto sbandierata? Basta con le accuse: è ora di prendersi le dovute responsabilità sul mandato di governo.

Il controllo e l’indirizzo politico ed amministrativo sono in mano al sindaco e alla Giunta. Basta con dissociazioni postume ed ignare e con le giustificazioni risibili. Allora chi controlla (Comune) il controllore (Andreani)? Se la responsabilità è della Andreani, il sindaco per queste gravi responsabilità dovrebbe rimuoverla.

Forse questo ulteriore prelievo forzato serve per raggranellare soldi extra tributari per finanziare Manifestazioni a discapito dei poveri cittadini? Magari tramite sponsorizzazioni e contribuzioni volontarie il risultato sarebbe stato migliore e più elegante.

Informiamo la cittadinanza che per maggiori informazioni si può scrivere al segenute indirizzo e-mail : ricorsopassocarrabilegrottamma@gmail.com. Oppure telefonare al 3471036792.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 790 volte, 1 oggi)