MARTINSICURO – Continuano gli attacchi della locale sezione del Pd alla giunta Camaioni. Questa volta, i democrat puntano i riflettori sul degrado urbano.

Martinsicuro è sempre più una città che ha perso e continua a perdere qualcosa – si legge in una nota – ha perso la bandiera blu, ha perso il suo obelisco, ha perso la spiaggia libera, ha perso i finanziamenti per scuole e strutture sportive, ha perso finanziamenti per la realizzazione del Cinema Ambra, ha perso le palme sul lungomare, ha perso la partecipazione attiva e soprattutto ha perso la speranza dei cittadini. Un paese sempre più vuoto, che trasmette tristezza e che non dà nessun sentore di risveglio.

I nostri amministratori hanno fatto tante promesse ma, ogni giorno che passa, deludono le aspettative dei loro elettori e del resto del paese. A causa dell’assenza di una vera e nuova idea di paese, senza una strategia non hanno potuto far altro che calcare la strada della vecchia politica, fin dal giorno dopo della proclamazione. La strada più facile, la strada che non cambia un territorio ma solo lo status di chi fa politica per la poltrona.

“Ancora una volta, in una giornata di festa (1 novembre, ndr), ci ricordiamo di lasciare il paese solo, con un lungomare lugubre, la potature delle palme lasciata a metà e la consapevolezza di non aver affrontato adeguatamente il problema del punteruolo rosso. I nostri cimiteri sono stati visitati da molte persone e tutti hanno potuto osservare la carente manutenzione all’ombra dei cipressi completamente lasciati marcire, nonostante due mesi fa noi consiglieri avessimo fatto a riguardo una segnalazione.

Noi siamo sicuri che una Martinsicuro migliore sia possibile, crediamo che questo paese meriti di essere amato, curato e accudito in modo serio e consistente. Per questo ogni martedì sera ci riuniamo da sempre per pensare idee, proposte, progetti per rendere migliore il paese in cui viviamo.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 393 volte, 1 oggi)