TERAMO – Agenti della Polizia di Stato hanno notificato tre ordini di cessazione di attività di raccolta di scommesse, emessi dal Questore di Teramo, nei confronti di altrettante attività situate nei comuni di Silvi (due in via Roma) e Roseto degli Abruzzi (uno in via Nazionale) responsabili di aver esercitato l’attività privi della prevista licenza questorile.

I provvedimenti, necessari al fine tutelare le fasce più deboli e i minori e far rispettare le disposizioni in materia di concorrenza, traggono origine da una serie di mirati accertamenti effettuati congiuntamente, negli ultimi due mesi, dal personale della Questura di Teramo – Divisione Polizia Amministrativa, e del Commissariato di Polizia di Atri, presso sale scommesse situate nei comuni della fascia sud della provincia e che hanno evidenziato l’esistenza di esercizi che pur potendo non avevano aderito alla normativa di regolarizzazione (legge n.190 del 2014) continuando a svolgere l’attività di intermediazione abusivamente.

I controlli volti a verificare la piena legalità delle sale scommesse proseguiranno rafforzati anche nei prossimi giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 696 volte, 1 oggi)