SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La città di San Benedetto del Tronto, soprattutto, nei mesi di luglio ed agosto, quasi raddoppia il numero della popolazione presente, fra residenti e turisti, da richiedere sforzi supplementari nelle attività di vigilanza.

L’analisi della riferita fenomenologia, effettuata dalla Questura di Ascoli, conferma che solo una mirata attività di prevenzione e contrasto può efficacemente contenere eventuali criticità.

Allo scopo di garantire la massima efficacia possibile al dispositivo di ordine e sicurezza pubblica, si è ritenuto suddividere la città di San Benedetto del Tronto in 3 settori di circa un chilometro ciascuno, fatta eccezione del primissimo tratto prospiciente il Centro Città che, per la dimensione dell’area, che ingloba anche parte dell’interno, costituisce essa stessa uno specifico autonomo settore.

Sono stati disposti dei servizi interforze di vigilanza, ordine e sicurezza pubblica a cura di Personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato e della Polizia Municipale di San Benedetto del Tronto.

Le forze in campo saranno quindi distribuite con pattugliamento appiedato nelle varie aree cittadine preposte, allo scopo di fornire la massima visibilità in tutti i settori in cui è suddivisa l’area di impiego, garantire una presenza diffusa del personale delle FF.OO. ed assicurare un pronto intervento in caso di necessità teso alla massima prevenzione possibile anche quale punto di riferimento per la collettività.

Il Questore di Ascoli Piceno Mario Della Cioppa ha emanato in tal senso una specifica ordinanza per questa settimana e così farà settimanalmente fino alla fine del mese di agosto, prevedendo specifici servizi interforze con cadenza di tre/quattro giorni alla settimana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 420 volte, 1 oggi)