SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con la cerimonia di presentazione delle opere alla città, è terminata sabato 13 giugno la diciannovesima edizione di “Pittura & Scultura Viva”, il Simposio internazionale d’arte che dal 1996, per una settimana, porta artisti da tutto il mondo a San Benedetto del Tronto per trasformare i massi frangiflutto in travertino del molo sud in opere scultoree e, da qualche anno, anche famosi pittori muralisti e street artists che si cimentano nella decorazione dei massi posti nella parte finale del molo.

Piernicola Cocchiaro, direttore artistico della manifestazione, da sempre curata dall’associazione “L’altrArte”, ha presentato le sette nuove opere (quattro sculture e tre murali) di cui si è arricchito il Museo d’Arte sul Mare – MAM che ora conta 146 sculture ad alto rilievo e a tutto tondo e 17 grandi murali.

Alla cerimonia hanno anche partecipato, per illustrare brevemente il significato del lavoro svolto, gli artisti, tutti italiani, che sono stati invitati a questa rassegna 2015 . Per la sezione scultura c’erano Antonio De Marini di Giulianova, Pietro De Scisciolo di Bari, Bruno Pon di Carrara e Donato Gentili di Grottammare. Per la sezione pittura c’erano gli street artists Gio Pistone da Roma, Luca Flebo Tayebian di Grottammare e il collettivo Orticanoodles di Milano.

Proprio quest’ultimi sono già impegnati a realizzare un altro “grande muro” sulla facciata di una delle palazzine dell’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica (ERAP) di via Gronchi, nel quartiere Agraria, che accoglie anche il polo delle associazioni socio – culturali del Comune, accanto al murale già creato lo scorso anno da Zed1. Tempo permettendo, l’opera, dedicata al fumettista sambenedettese Andrea Pazienza, sarà conclusa entro sabato 20 giugno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)