di Goffredo Agostini

Micciola (DS San Nicolò): siamo contenti per il risultato e per aver centrato il secondo obiettivo, per la società, per i giocatori e per i tifosi che oggi ci hanno seguito anche in questa trasferta. Ora andiamo a Fano con la stessa tranquillità con cui ci siamo giocati la partita a Campobasso e questa partita. Se la differenza l’hanno fatta gli allenatori? Io non parlo mai degli altri allenatori, parlo solo del mio allenatore è sono contento del lavoro che sta facendo.
Di Giovanni (presidente San Nicolò): un plauso ai ragazzi, al mister ed ai tifosi che ci hanno sostenuto anche oggi. Il segreto mdi questa squadra? È un gruppo coeso dove tutti lavorano insieme, dal presidente al direttore sportivo, all’allenatore ai calciatori che scendono in campo. Abbiamo costruito una società seria che non ha fatto mancare nulla a questi ragazzi.Ora andiamo a Fano con la stessa umiltà che abbiamo messo in campo a Campobasso ed oggi qui al Riviera.
Petronio: ci siamo giocati la partita alla pari e man mano che passavano i minuti abbiamo preso coscienza delle nostre forze. L’arbitraggio ha penalizzato la Samb? Non credo, sinceramente non ho visto il fallo di mano del nostro difensore da cui sono nate tutte le proteste.
Tozzi Borsoi: sono amareggiato perché non siamo riusciti a centrare l’obiettivo . Ci tenevamo a fare bene, ma poi durante il campionato le cose non sono andate bene. Tutto sommato l’arbitraggio non è stato scandaloso, però il fallo di mano sul mio colpo di testa era evidente. Il mio futuro ? Ci sono tanti attaccanti giovani bravi ed è giusto fare posto a loro.$
Baldinini: l’arbitro ha voluto fare il protagonista, fischiava un fallo contro e poi ci rideva in faccia. Dispiace perché non abbiamo centrato l’obiettivo, ci dispiace per i tifosi che ci tenevano molto alla vittoria finale. Il mio futuro? Parlare di futuro oggi mi sembra fuori luogo. Vedremo cosa succederà in estate…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 840 volte, 1 oggi)