SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La Samb in questo momento è un cantiere aperto: tra arrivi e mancate permanenze la rosa rossoblu sta prendendo forma sempre di più e sullo sfondo la necessità, di piazza e società, di un campionato di Lega Pro da protagonisti. A  differenza di altri tempi, anche recenti, questa situazione di incertezza ha però il sapore decisamente più dolce della curiosità nel sapere quali saranno i nuovi beniamini in maglia rossoblu. Un clima ben diverso da quello respirato, negli anni passati, in certe “calde” estati rivierasche.

E tra i beniamini, così li abbiamo chiamati, che correranno sui campi di Lega Pro ci sarà certamente anche il capitano Marco Pezzotti. Raggiunto da Riviera Oggi nel pieno delle, meritate, vacanze estive è un Pezzotti a tutto tondo quello che parla della trionfale annata appena conclusa e delle prospettive per il futuro.

Per prima cosa il pensiero non può che andare alla sua fedeltà ai colori rossoblu con Pezzotti che, nonostante un’annata particolare in cui, soprattutto dopo l’arrivo di Palladini, non ha trovato sempre una maglia da titolare, ha comunque deciso di rinnovare con i Fedeli per quello che dice il ragazzo “sarà il mio quinto anno alle dipendenze di questa famiglia con cui ho trovato subito l’accordo per il rinnovo partendo dalla base che la mia volontà era quella di voler fortemente continuare con questa squadra.”

Anche Pezzotti poi, come tutti i fan rossoblu sta seguendo da spettatore il fervente calciomercato che vede la Samb protagonista e già autrice di diversi colpi, tra cui spicca il nome di Frison. “Certamente i nomi che si sentono sono tutti importanti e d’esperienza e anche fra i neo arrivati più giovani ci sono ragazzi che hanno fatto benissimo con tante squadre primavera di prestigio- dice il calciatore, che poi, da buon capitano aggiunge che “sarà anche compito mio quello di far capire ai nuovi che a San Benedetto, per il calore e l’amore verso la squadra, c’è bisogno di gente che voglia correre e che sia disposta a dare tutto per questi colori”.

E per tanti ragazzi che arrivano ci sono compagni di squadra che invece Marco Pezzotti ha dovuto salutare. Uno di questi è Mario Titone che dopo le professioni d’amore per la squadra e la città ha deciso, per motivi personali, di viaggiare verso altri lidi. A proposito Pezzotti rivela di aver “sentito Mario al telefono ma sinceramente gli ho solo fatto gli auguri per il futuro senza voler sapere i motivi del suo addio perché quando si tratta di scelte personali non c’è da discutere”. Tra chi non ci sarà più l’anno prossimo poi il capitano rivela che sentirà particolarmente la mancanza di “Baldinini, Casavecchia e Barone per il particolare fatto che, essendo vicini di casa ci vedevamo tutti i giorni, ma aldilà di questo- prosegue il centrocampista romano- mi mancheranno tanti colleghi di un gruppo molto affiatato”.

La testa infine non può che andare sul prossimo campionato di Lega Pro duramente conquistato sul campo nella scorsa stagione e per Pezzotti, senza la regola degli Under, “poco meritocratica” per il capitano, potrebbe esserci più spazio, anche se, a sentire il romano “la fiducia di mister Palladini non è mai mancata e potevo avvertirla ogni giorno anche lo scorso anno”. Chiusura poi sui propositi per la stagione che verrà. In attesa di disposizioni e “obiettivi ufficiali che comunicherà la società” -dice Pezzotti- “quel che è certo è che nel prossimo campionato, di qualunque dimensione esso sia, dovremo fare più punti possibile per questa società e questa piazza”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 951 volte, 2 oggi)