SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’è Forza Italia e Forza Italia. Se i big del centrodestra sambenedettese non si stanno impegnando granché in favore di Gian Mario Spacca, lo stesso discorso non vale per la delegazione giovanile, promotrice su tutto il territorio di iniziative e gazebo elettorali.

“E’ un sostegno al progetto Forza Italia-Marche 2020 ma anche uno sguardo lungimirante alle Comunali del 2016”, dice il segretario Valerio Pignotti. “Per tutti i moderati questa è un occasione unica. Il Presidente Berlusconi ha in animo un progetto di grande riunificazione dei moderati e noi abbiamo un importante appuntamento elettorale da non mancare per Forza Italia e per gli uomini che si sono impegnati in questa sfida, capitanati dal capolista Piero Celani. Gli ultimi sondaggi danno testa a testa tra Spacca e il Pd ed il buon risultato di Forza Italia farà la differenza. Per la prima volta – prosegue – c’è la possibilità concreta e reale di mandare a casa lo storico apparato Pd e noi giovani sambenedettesi vogliamo essere protagonisti consapevoli che questo passaggio sia fondamentale per vincere il prossimo anno anche nella nostra città. Un progetto vincente che parte dalle regionali 2015 e che ci dovrà portare vittoriosi tra un anno”.

Prova di come tra i berlusconiani convivano due correnti opposte. Da una parte chi sostiene (nemmeno troppo velatamente) che un appoggio plateale a Spacca possa compromettere la corsa alla riconquista al Municipio rivierasco, dall’altra la convinzione della necessità di gettare le basi fin da queste Regionali. Tuttavia, l’assenza di candidati sambenedettesi nella lista della provincia di Ascoli Piceno testimonia chiaramente da che parte propenda l’ago della bussola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 580 volte, 1 oggi)