SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “La verità non può essere infoibata”. Con questo striscione, e con le bandiere italiana, dalmata, fiumana e istriana, nella mattinata del 10 febbraio i militanti del Blocco Studentesco di San Benedetto del Tronto hanno deciso di rendere onore ai martiri delle Foibe, manifestando davanti all’IPSSAR F. Buscemi.

“Abbiamo deciso di onorare e ricordare i martiri delle Foibe con questa azione – spiega Mattia Tucci, responsabile locale del Blocco Studentesco – anche per svegliare le giovani coscienze degli studenti sambenedettesi, che troppo spesso rimangono indifferenti dinanzi alla giornata del ricordo. La stessa indifferenza che la scuola Italiana continua a mostrare nei confronti di tale argomento, preferendo evitare piuttosto che sensibilizzare le opinioni degli studenti, forse perché a distanza di anni il tema delle foibe è ancora scomodo per alcuni professori. E tutto ció è inaccettabile – continua Tucci – perché é giusto che tutti vengano a conoscenza di cosa è successo in terra Istriana in quegli anni. Crediamo inoltre che non sia sufficiente trattare l’argomento in conferenze di una/due ore la mattina a scuola, ma é necessario che questo tema sia oggetto di una trattazione più specifica, ancor di più perché i documenti in nostro possesso riguardo questo eccidio di migliaia di nostri connazionali sono ancora pochi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)