SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Sono portato a pensare che l’opera sia stata progettata male, magari da persone incompetenti”. Sul sottopasso di zona San Giovanni interviene anche Tommaso Caroselli Leali, imprenditore del territorio e rappresentante del Comitato Tutela Aziende, che già diversi anni fa aveva contestato l’intervento, considerandolo “inadeguato sia sotto il profilo dello smaltimento del traffico, che sotto il profilo della sicurezza generale dell’area”.

Insignito del Gran Pavese Rossoblu nel 2011, Leali contesta le dimensioni dell’opera. “E’ importante ricordare che non sono frutto di un errore progettuale, bensì di una visione politica che ha voluto a tutti i costi privilegiare la tranquillità della fauna residente nell’area Sentina. Questa visione è stata da noi in parte condivisa ed in questa ottica avevamo proposto di realizzare l’opera con un passaggio congruo e di ridurne poi la fruibilità camionale per mezzo di barriere rimovibili, così da consentire il passaggio dei camion in situazione di emergenza”.

Del sottopasso si discusse in una puntata di YouRiviera del febbraio 2010. Come ospite spiccava proprio Caroselli, affiancato dall’assessore all’Ambiente Paolo Canducci (Clicca QUI per tutti i video).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.937 volte, 1 oggi)