SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da una parte il sindaco che annuncia la volontà di realizzare un parcheggio multipiano nell’area dell’ex-tirassegno (vedi video dal minuto 20.35), dall’altra il costruttore Felice Paolini che avverte di aver pagato gran parte della quota necessaria per impossessarsi del perimetro: “C’è ancora una parte da liberare a causa di un disguido. Poi mancherebbero solo il saldo ed il passaggio di proprietà”

Gaspari però racconta un’altra storia. “Se ti avvicini alla zona vedi una recinzione e la scritta Demanio Militare. Quindi significa che il privato ha un’opzione, tuttavia le procedure non sono state perfezionate. Io avrei tutto l’interesse a poter riaprire un’azione con il Demanio per entrare in possesso di un bene su cui non ho intenti speculativi, se non quello di realizzare almeno due livelli di parcheggi, creando circa 500 posti auto. Stiamo valutando. Certamente, se fosse una proprietà privata ci sarebbe la segnalazione”.

Puntuale la smentita di Paolini che fa addirittura riferimento ad un’aggiudicazione avvenuta ad un’asta pubblica. “La tempistica non è ancora nota, spero che la vicenda si risolva al più presto. Per anni quella è stata terra di nessuno, tutti ci lasciavano le auto. Non c’era un proprietario fisico e il Comune ne usufruiva”.

Pratica interrotta bruscamente un anno e mezzo fa, quando alcuni guidatori avevano fatto causa ai titolari all’indomani di un acquazzone che aveva allagato il terreno, situato un metro sotto il livello del mare.

“Non so cosa sorgerà in quel posto – prosegue Paolini – potrei costruirci, o realizzarci degli stalli privati. Di sicuro non tornerà come prima. Una volta che verso i soldi non mi si può chiedere di fare il benefattore. Non si effettua un investimento per lasciare dei parcheggi gratuiti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.277 volte, 1 oggi)