SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una lettera privata per convincere Loredana Emili e Sergio Pezzuoli a tornare sui loro passi. La proposta, immediatamente bocciata, è venuta alla luce durante la riunione di giovedì sera del Circolo Nord.

Dissidenti interni al Pd per un anno e mezzo, i due consiglieri comunali sono recentemente confluiti nel Gruppo Misto, dando vita ai Diversamente Democratici. Una svolta figlia di profondi contrasti politici ed affatto gradita ad una grossa fetta del movimento, che continua a sperare in una riappacificazione, sulla carta decisamente improbabile.

Ecco allora l’idea di Italo Bollettini, membro del direttivo della sezione. “Spingiamoli ad un ripensamento, lanciamoci in un ultimo tentativo di ricomposizione”. Ma l’ipotesi – non andata a votazione in quanto non contenuta nell’ordine del giorno – è stata platealmente bocciata dall’assessore Urbinati e da diversi consiglieri comunali. “Hanno disertato le riunioni a cui erano stati invitati, la vicenda è chiusa”. E tanti saluti.

Il coordinatore di circolo, Andrea Manfroni, pur considerando l’annosa telenovela “una parentesi chiusa”, ha espresso stima per i due ex tesserati, lasciando trapelare sincero rammarico l’epilogo della faccenda.

Il crescente malumore per un Pd sbriciolato in mille pezzi trova l’assist nelle esternazioni dell’ex onorevole Pietro Paolo Menzietti: “Stiamo pagando un prezzo troppo alto per il sostegno a questa amministrazione e non certo per i superiori interessi della città, visti i risultati”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 669 volte, 1 oggi)