SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per l’ottavo anno consecutivo si rinnova il tradizionale appuntamento che celebra gli antichi mestieri della civiltà marinara sambenedettese: funaio, canapino e retara. Infatti, nella giornata di San Biagio, patrono della categoria, la città vuole rendere omaggio a coloro che in passato hanno svolto tali mestieri di funaio, retara o canapino, professioni fondamentali nella storia dell’economia, e quindi della cultura, cittadina.

Quest’anno la celebrazione, organizzata in collaborazione con il Circolo dei Sambenedettesi, si svolgerà il 3 febbraio, alle ore 10, nel Museo della Civiltà Marinara delle Marche. All’iniziativa, dal titolo “Il sentiero e la ruota”, sono stati invitati i ragazzi delle scuole primarie cittadini i quali ripercorreranno attraverso testimonianze di vita di funai il duro ma importante lavoro svolto da bambini, giovanotti, uomini e donne di filare la canapa.

Dopo il saluto del sindaco Gaspari e l’introduzione di un rappresentante del Circolo dei Sambenedettesi, ci saranno gli interventi di ex funai ed ex canapini. I ragazzi saranno guidati dalle operatrici della cooperativa Oikos, che gestisce il Museo, alla scoperta degli strumenti di lavoro utilizzati per svolgere uno dei più importanti “mestieri del mare” che sono custoditi nel polo museale cittadino. L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 299 volte, 1 oggi)