SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’approdo di Loredana Emili e Sergio Pezzuoli nel gruppo misto causerebbe anche una rivoluzione all’interno delle Commissioni consiliari. La perdita di due esponenti in assise priverebbe infatti il Partito Democratico di alcune figure all’interno delle otto organizzazioni esistenti, a tutto vantaggio della nuova forza politica.

L’ex assessore è attualmente presente nelle Commissioni Bilancio, Servizi Sociali e Urbanistica. Discorso simile per Pezzuoli, presidente della Commissione Urbanistica e nominato in quelle al Sociale e ai Lavori Pubblici.

Se è vero che uno due dissidenti dovrà rinunciare alle realtà che prevedono un “doppione”, è altrettanto certa la loro possibilità di ingresso nel comitato degli Affari Generali, del Commercio e Turismo, delle Politiche Giovanili e della Viabilità, a scapito di qualche democrat.

“Si dovrebbe ridisegnare tutto – ammette il presidente dell’assise, Marco Calvaresi – attualmente le varie delegazioni sono formate da sette consiglieri di maggioranza e quattro d’opposizione”.

Per la composizione del gruppo misto non esisterebbero ostacoli, dal momento che il regolamento dell’emiciclo riconosce raggruppamenti a partire dai due soggetti. Così facendo, Emili e Pezzuoli verrebbero invitati di diritto a tutte le riunioni dei capigruppo e godrebbero dei rimborsi destinati ai partiti presenti in Consiglio, con la conseguente diminuzione della quota spettante al Pd.

I NUMERI DEL 2013 Per quel che riguarda il 2013, sono state complessivamente tredici le sedute indette da Calvaresi, nelle quali sono state approvate 114 delibere. Sono state presentate dieci interrogazioni (5 solo del grillino Riego Gambini), due mozioni (anche qui una di Gambini) e sei integrazioni agli ordini del giorno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 286 volte, 1 oggi)