SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Degrado a Porto d’Ascoli. A segnalarlo è il Popolo della Libertà: “Risale a pochi giorni fa l’inaugurazione del nuovo distributore di benzina low-cost in prossimità del centro commerciale Porto Grande. Ma a fronte di una convenienza sul prezzo dei carburanti sembra stia causando disagi alla viabilità ed alla tranquillità dei residenti”.

Il consigliere comunale Pasqualino Piunti descrive pertanto la situazione delle strade nelle immediate vicinanze: “La cosiddetta strada delle Macchie versa in condizioni pietose e pericolose. Nessuna illuminazione e, di conseguenza, siringhe per terra, materassi abbandonati, bidoni e un fitto canneto che rende difficile la circolazione, i pochi interventi fatti sono quelli riconducibili alla buona volontà o forse sarebbe meglio dire alla disperazione di alcuni privati, il tutto mentre nella zona di competenza di Monteprandone la situazione è completamente diversa. Ciò accentua ancora di più la differenza”.

“Per un anno – conclude – abbiamo assistito alla guerra delle pompe di benzina in quella zona ma a nessuno è mai venuto in mente di farsi un giretto qualche metro più in la e scoprire che ci sono altre priorità che dovrebbero essere risolte e queste, sicuramente, senza nessuna contrapposizione o prova di forza come è successo per i distributori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 461 volte, 1 oggi)