MARTINSICURO – Macabra scoperta in via Vespucci, nei pressi del lungomare Europa. Il corpo di una persona, probabilmente di razza caucasica e intorno ai 30 anni (secondo le prime ricostruzioni),  è stato rinvenuto nel primo pomeriggio di oggi  a Martinsicuro in un garage.  Il cadavere è stato scoperto dal conduttore del locale sottostante la ex pizzeria Rattatù ed è scattato subito l’allarme. Sul posto sono arrivati prontamente i carabinieri della Stazione di Martinsicuro insieme al reparto Scientifico dell’Arma che ha effettuato i primi rilevamenti. Il cadavere,  in avanzato stato di mummificazione, è stato poi trasportato all’obitorio di Teramo per effettuare l’autopsia che dovrà far luce sulla triste vicenda.

AGGIORNAMENTO ORE 19 – Il corpo rinvenuto nel garage di via vespucci sarebbe di Marco Re, un giovane del posto scomparso un paio di anni fa. Tanto infatti sarebbe il tempo trascorso dal decesso in base alle prime ricognizioni effettuate sul cadavere e i vestiti indossati corrisponderebbero a quelli con cui era stato visto l’uomo prima della scomparsa. Il locale era chiuso da oltre due anni e solo oggi il conduttore del garage ha fatto la macabra scoperta. Affianco al cadavere sono stati trovati laccio emostatico e siringhe, per cui si ipotizza che possa essere morto per overdose. Altro aspetto inquietante anche il ritrovamento dei corpi di quattro gatti, anch’essi in avanzato stato di decomposizione. Gli animali, introdottisi all’interno, non avrebbero poi trovato la via di uscita e si sarebbero nutriti per un certo periodo di alcune parti del corpo del giovane, per poi morire a loro volta di stenti.

A breve si terrà l’autopsia sul corpo effettuata dall’anatomopatologo Sciarra, che dovrà accertare le cause della morte e stabilire con certezza l’identità del giovane.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 9.714 volte, 1 oggi)