MARTINSICURO – Sono partiti questa mattina mercoledì 8 maggio i lavori di sistemazione dell’argine destro del Tronto, spezzato nei pressi della foce per un tratto di circa 50-80 metri.

Una condizione che persisteva già da diversi anni, ma che si era aggravata con la mareggiata dello scorso primo novembre, con il tratto alla foce talmente danneggiato, sul versante martinsicurese, da costituire in caso di maltempo un potenziale rischio di allagamento per la zona nord della cittadina.

Nell’area del lungofiume in cui persiste la frana, a causa della pericolosità è stato vietato l’accesso, dallo scorso 15 marzo, con un’ordinanza sindacale.

La ditta che si è aggiudicata l’appalto avrà 60 giorni di tempo per effettuare i lavori, che consisteranno nel riparare la frana consolidando la barriera esistente e rinforzandola con il posizionamento di scogli. L’intervento necessita anche della rimozione di due bilance collocate proprio a ridosso dell’area da sistemare. 140mila euro il costo dei lavori, finanziati dal Genio Civile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)