SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Saranno un miliardo, in contemporanea mondiale. E si ritroveranno in piazza, per dire basta alla violenza sulle donne. Si intitola “One Billion Rising” l’evento in programma giovedì 14 febbraio alle 12.30 e organizzato a San Benedetto dal Comitato “Se non ora, quando?”in collaborazione con la Rete degli Studenti Piceni.

L’iniziativa, di valenza internazionale, si pone l’obiettivo mediante un flash-mob di richiamare l’attenzione di società e media su un tema che occupa spazi nei telegiornali solo quando le tragedie si sono già verificate. Ecco allora la necessità di proiettare l’occhio di bue sul fenomeno: “Siamo di fronte ad una iattura che è sempre d’attualità”, afferma Palma Del Zompo, consigliera comunale con delega alle Pari Opportunità. “Chiediamo la partecipazione pure degli uomini, sarebbe un bel regalo di San Valentino”.

L’ispiratrice della manifestazione è la scrittrice Eve Ensler. Il ballo durerà circa quindici minuti e coinvolgerà tra gli altri anche l’Utes e gli studenti dell’Istituto Alberghiero, del Liceo Classico e dell’Ipsia. Si svolgerà presso Piazza Bambini del Mondo, davanti al Comune.

La Del Zompo ha sottolineato l’importanza del Centro Antiviolenza attivato nella Provincia di Ascoli Piceno. “Tuttavia si dovrebbe agire non solo a posteriori”. Pronta quindi la proposta da sottoporre al vaglio dell’assessore alle Politiche Sociali, Margherita Sorge. “Sto preparando una richiesta ufficiale – annuncia – è mia intenzione far inaugurare un centro di prevenzione destinato agli uomini maltrattanti. Vanno intercettati e va offerto loro uno sportello per delle consulenze”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)