SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non avete voluto il Casinò? Allora prendetevi mille nuove Poker Room Live. Il monito – anche se non espresso così direttamente – arriva dalla Confcommercio tramite il suo direttore Giorgio Fiori: “Per anni, come ricorderà,  ci siamo battuti per realizzare un casinò a San Benedetto, quale completamento dell’offerta turistica locale e soprattutto per razionalizzare e meglio controllare il dilagare del gioco d’azzardo. Il progetto purtroppo non è andato a buon fine, per colpa delle limitazioni normative italiane ed oggi come oggi è divenuto pressoché improponibile e sicuramente antieconomico, in quanto il gioco di Stato imperversa praticamente ovunque, non solo nelle sale Bingo e Slot e nelle più recenti Vlt (videolottery) ma  anche in tantissimi bar e tabaccherie e locali pubblici vari”.

“Ma non è tutto – continua Fiori – poiché sta per aprirsi un nuovo scenario sul fronte gioco in quanto, l’Agenzia dei Monopoli che gestisce il gioco sicuro, sta per rilasciare in Italia 1000 nuove concessioni per l’apertura di altrettante Poker Room Live, dove si potrà appunto giocare al poker dal vivo, che fino ad ora era legittimato nei soli casinò e nel gioco on-line. Quindi a breve non avremo un solo casinò con tutti i crismi, come noi di Confcommercio avremmo voluto a suo tempo, ma tante micro case da gioco, in ogni dove, con le ovvie conseguenti preoccupazioni”.

Non tutto il male verrebbe per nuocere, però: “Le innovative poker room garantiranno di contro, nuova occupazione a personale qualificato e cioè ai “dealer croupier” che saranno a breve richiestissimi. Alla luce di una tale situazione ed in considerazione che si apriranno diverse Poker Room anche a San Benedetto ed Ascoli, nonché nei centri limitrofi, Confcommercio si è subito attivata per formare in loco nuovi Dealer Croupier, in collaborazione con la struttura formativa della società “Professional Dealer”. Sono stati così programmati due corsi di formazione che si svolgeranno, in contemporanea, ad Ascoli e da San Benedetto, della durata di tre settimane, dal lunedì al venerdì, per quattro ore al giorno, tenute in orari pomeridiani o serali, da docenti altamente qualificati quali direttori di casinò e floorman (direttori di tornei)”.
Al termine del corso verrà rilasciato ai partecipanti uno specifico attestato di qualifica che garantirà quasi sicuramente un’occupazione in una delle nascenti poker room del Piceno. Il costo di partecipazione è di 600, euro, ma poiché l’iniziativa è stata da noi promossa non certamente per incrementare il gioco d’azzardo, ma piuttosto per favorire nuova occupazione, abbiamo doverosamente riservato  che potranno iscriversi, se interessati, pagando la metà esatta della quota di partecipazione”.

Per informazioni e iscrizioni ci si può rivolgere agli uffici Confcommercio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 653 volte, 1 oggi)