SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gas naturale liquido per i pescherecci al posto del gasolio. L’idea, che si pone lo scopo di ridurre l’inquinamento ed i costi di rifornimento per i marinai, verrà analizzata nel corso della decima edizione della Conferenza Picena Energia&Innovazione, in programma il 26, 27 e 28 ottobre preso il Forum di Contrada San Giovanni, a Porto d’Ascoli.

La manifestazione si articolerà in momenti espositivi e seminari di approfondimento, momenti tutti dedicati ai nuovi scenari dell’energia. “Al decimo anno possiamo parlare di edizione consolidata”, afferma l’assessore all’Ambiente, Paolo Canducci. “Sarà un’occasione di confronto tra gli attori della Green Economy”.

Si partirà venerdì. Ad aprire i lavori il presidente di Confindustria Ascoli Piceno, Bruno Bucciarelli, sul tema dell’efficienza energetica; mentre sabato, appunto, spazio all’“osservatorio del mare sambenedettese”, progetto finalizzato ad attivare un tavolo permanente per la rilevazione e il confronto delle domande degli operatori del comparto marittimo locale.

Vi sarà inoltre tempo per analizzare le proposte tecnologiche e innovative di numerose aziende marchigiane e nazionali pronte a suggerire soluzioni e nuove tecnologie. Sul fronte della Green Economy, l’imprenditore Giovanni Cimini approfondirà la questione legata ai pannelli fotovoltaici, individuando ormai nell’energia solare non piu’ una novità, bensì un punto d’arrivo a cui dovranno seguire ulteriori obiettivi.

Ad oggi, si occupano di Green Economy nei vari settori del Piceno ben 440 aziende, che comprendono 3.500 dipendenti e circa 600 milioni di fatturato. “Numeri – spiega Cimini – che testimoniano come nel nostro territorio ci sia grande possibilità d’innovazione”.

La conferenza è organizzata, tra gli altri, da Cna, Confindustria e Camera di Commercio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte, 1 oggi)