MARTINSICURO – Il Senegal protagonista di due eventi a Martinsicuro, con uno spettacolo etnico ed una partita di calcio. Le due iniziative, organizzate dall’Aisam Onlus, Associazione immigrati senegalesi residenti in Abruzzo e Marche, rientra nell’ambito delle “Giornate multiculturali ricreative”, manifestazione che ha coinvolto, a vario titolo, i Comuni di Alba Adriatica, Tortoreto, Martinsicuro e San Benedetto del Tronto.

Nella città truentina sabato 7 luglio si è tenuto presso la Rotonda Las Palmas, gremita di spettatori,  uno spettacolo con musiche e balli tipici senegalesi, accompagnati dai sabar, tradizionali strumenti a percussione del Senegal.

Domenica 8 luglio invece si è svolto un torneo quadrangolare di calciotto presso lo stadio comunale di Martinsicuro con partecipanti Angola, Italia, Senegal, Marocco (quest’ultima all’ultimo momento non ha più partecipato per alcuni problemi sopraggiunti). La squadra italiana era composta da calciatori professionisti, allenatori e da due consiglieri comunali, uno della maggioranza, Olivo De Cesaris, e uno della minoranza, Alduino Tommolini. Dopo una finale finita ai rigori, l’Angola si è aggiudicata la vittoria battendo il Senegal.

Entrambe le iniziative sono state organizzate dall’Aisam in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Sugli spalti, ad assistere all’incontro, il calciatore dell’Ascoli Ndiaye Papa Waigo, fratello di un componente della rappresentativa senegalese. “E’ stata una presenza che ha valorizzato ulteriormente l’evento” ha affermato l’assessore al Sociale Giulio Eleuteri che, a fine incontro, insieme al sindaco Paolo Camaioni, all’assessore al Turismo Massimo Corsi, al delegato allo Sport Orlando Di Paolo, ha provveduto a premiare le squadre partecipanti e a consegnare ad ognuno la maglietta commemorativa dell’evento. “Un ringraziamento particolare – ha concluso Eleuteri – al presidente dell’ Aisam Cisse Baye Mbissane e al delegato alla cultura Boris Giorgetti che sono stati i principali organizzatori della due giorni”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 258 volte, 1 oggi)