SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Non possiamo perdere il nostro territorio a vantaggio di una multinazionale”: è quanto dichiara Massimo Bartolozzi, consigliere dell’associazione Ambiente e salute nel Piceno mentre, assieme ai vertici dell’organizzazione Alfredo Vitali, presidente e Jonni Perozzi, vicepresidente, illustra le azioni a difesa dei cittadini.

“Facciamo seguito all’azione a difesa della proprietà annunciata lo scorso mese di marzo ampliando l’àmbito dei diritti che intendiamo tutelare nei confronti di quanti, amministratori e funzionari pubblici, firmeranno i permessi che consentiranno a Gas plus di impiantare l’industria di stoccaggio in zona Agraria, e cioè salute e sicurezza – afferma il presidente Vitali – e quindi invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare, il prossimo 9 luglio alle ore 21 presso gli spazi della parrocchia Cristo Re ad una pubblica assemblea”.

Sarà una occasione durante la quale, grazie anche all’aiuto di Adriano Mei, esperto nella difesa dei diritti dei cittadini, verranno spiegate le modalità di azione. Sono invitate tutte istituzioni, sindaci dei comuni coinvolti, consiglieri comunali, il  Presidente dell’Amministrazione provinciale di Ascoli Piceno Piero Celani e il Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca.

Nel frattempo l’associazione sta preparando un paio di campagne di sensibilizzazione dei cittadini e dei turisti: la prima consisterà nella distribuzione di cartoline (un esempio è allegato all’articolo) attraverso le quali ciascuno potrà esprimere la propria contrarietà al progetto di stoccaggio del gas a San Benedetto del Tronto. Le cartoline verranno poi raccolte e consegnate nelle mani del sindaco della città. Le seconda iniziativa, per ora ancora in via di definizione, sarà orientata ai giovani attraverso l’organizzazione di un concerto di musica durante il mese di luglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 677 volte, 1 oggi)