SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per il sesto anno la città di San Benedetto del Tronto, nella giornata di San Biagio, patrono della categoria, omaggia coloro che in passato hanno svolto il mestiere di funaio, retara o canapino, professioni fondamentali nella storia dell’economia, e quindi della cultura, cittadina.

Quest’anno la celebrazione si svolgerà venerdì 3 febbraio 2012 a partire dalle ore 10 nella sala consiliare di viale De Gasperi. Dopo il sindaco Giovanni Gaspari, interverrà Francesco Vagnoni, in gioventù canapino e poi funaio, che porterà la sua testimonianza raccontando come i bambini un tempo avevano il compito di girare la “ruota”, strumento di lavoro tipico dei funai.

A seguire la visione del video “Mestieri scomparsi. Canapini, funai, retare” di Franco Tozzi con commento dello storico Gabriele Cavezzi, a cura del circolo dei sambenedettesi e infine il riconoscimento che ogni anno viene attribuito “alla carriera” agli ex funai.

Durante la festa alcuni ex funai spiegheranno praticamente agli studenti e a tutti coloro che vorranno partecipare i vari modi in cui è possibile eseguire nodi da marinaio e quelli per la filatura della canapa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)