GROTTAMMARE – Grottammare diventa città. Il Presidente della Repubblica Napolitano dice sì e concede al comune il titolo onorificio di “Città”.  Domani, martedì 11 ottobre, alle ore 10, nella sede della prefettura, il viceprefetto vicario Malgari Trematerra, consegnerà al sindaco di Grottammare, Luigi Merli, il decreto per il conferimento ufficiale.

La richiesta per l’ottenimento del titolo onorifico di “Città” era uno degli obiettivi avviati da questa amministrazione comunale per onorare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, riallacciando la storia presente a una promessa vecchia di un secolo.

L’iter burocratico per ottenere la concessione è stato avviato dal comune di Grottammare ed è proseguito con il parere ampiamente favorevole della prefettura che ha poi inviato l’intera documentazione al ministero dell’interno. Nella relazione, che costituisce parte integrante del predetto decreto, è stato dato ampio risalto alle peculiari tradizioni storiche, culturali ed artistiche che connotano il detto comune e che hanno determinato la concessione del prestigioso riconoscimento.

“Simbolicamente è l’atto più importante dei festeggiamenti del 150° – affermano il sindaco Luigi Merli e il vice Enrico Piergallini – Le celebrazioni del 2011 resteranno memorabili soprattutto in virtù di questo riconoscimento perché dal 2011 Grottammare sarà ricordata come città. Siamo estremamente orgogliosi di essere riusciti a dare seguito a una volontà espressa dallo storico Comitato del 1911”.


Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 826 volte, 1 oggi)