TERAMO – Delusione per lo scontro avvenuto nel Consiglio provinciale di Chieti in merito alla bocciatura dell’ordine del giorno per l’introduzione di quote rosa in giunta. La presidente della Commissione provinciale Pari Opportunità di Teramo Desiree Del Giovine interviene in merito alla vicenda.

“L’intera Cpo provinciale di Teramo – afferma la Del Giovine – è profondamente delusa da quanto accaduto nel Consiglio provinciale di Chieti, che ha detto no alle quote rosa in giunta, bocciando l’emendamento presentato non solo dall’opposizione, ma anche dalla consigliera Pdl Carla Di Biase, alla quale va tutta la nostra solidarietà”.

La bocciatura dell’ordine del giorno è stata motivata dal presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio con la necessità di modificare, per la sua applicazione, lo statuto dell’ente.

“Siamo anche noi convinte sostenitrici della presenza femminile nelle liste elettorali e negli esecutivi non per imposizione ma per meriti: le quote rosa non ci piacciono – prosegue la presidente provinciale Cpo di Teramo – ma rimangono tutt’ora l’unico supporto alla presenza femminile. Ne è un esempio il recente azzeramento della Giunta Alemanno del Comune di Roma a causa dell’assenza delle donne nell’esecutivo”.

La Del Giovine invita quindi “le Province, i Comuni e i vari Enti competenti a rivedere gli statuti e a dare pari opportunità alle donne e a tutte le categorie discriminate” e auspica la costituzione di Cpo a vari livelli istituzionali.

“La costituzione di una rete fra le varie Commissioni Pari Opportunità – conclude – è il primo impegno di lavoro della neo costituita Cpo della Provincia di Teramo. Ringrazio l’assessore alle Pari Opportunità Eva guardiani che ci ha dato questo importante strumento”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 153 volte, 1 oggi)