SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì 7 luglio a partire dalle 17 si terrà il secondo Consiglio Comunale del Gaspari bis. Secondo quanto comunicato dall’ufficio stampa del Comune i punti all’ordine del giorno saranno l’istituzione delle commissioni consiliari, le modifiche di bilancio e l’urbanistica.

Entro l’estate -verrà completato un parcheggio con 30 posti auto intorno alla stazione ferroviaria di Porto d’Ascoli. I lavori stanno per partire e comporteranno una spesa di 50 mila euro. Il Consiglio comunale è chiamato a recepire un finanziamento regionale di 25 mila euro per questo intervento. L’assemblea è inoltre chiamata a ripristinare in via definitiva la destinazione “attività collettive” per l’ex scuola “Borgo Trevisani” nel quartiere Ponterotto, premessa di una eventuale destinazione ad attività di quartiere.

All’ordine del giorno anche la formazione di otto commissioni consiliari, ognuna composta da 12 componenti, 7 dei quali assegnati alla maggioranza, 5 alla minoranza. Sarà la conferenza dei capigruppo a scegliere i componenti delle varie commissioni, in proporzione all’entità di ciascun gruppo consiliare, assicurando comunque la presenza di almeno un consigliere per ogni gruppo. Presidente e vicepresidente delle commissioni verranno poi eletti durante la prima riunione di ogni commissione.

Tra le variazioni di bilancio, si segnalano le seguenti voci: gli oltre 202 mila euro assegnati al Comune di San Benedetto dall’Istat per il 15° censimento generale della popolazione, che si svolgerà nel 2011. Inoltre, l’attribuzione della quota di utile della Picenambiente spa spettante al Comune di San Benedetto, che detiene il 19,36% delle quote. L’utile complessivo nel 2010 è stato di 811.402,81 euro; la parte spettante, dopo l’accantonamento del 5% come “riserva legale”, è di 149.233,20, e sarà destinata al finanziamento dei lavori per la riqualificazione del lungomare nord. Nel 2011, inoltre, rispetto al 2010, il Comune stima una minore spesa per il rimborso di mutui, pari a 64.485,22 euro. Ci sarà invece una maggiore entrata da addizionale Irpef pari a 78.398,05 euro.

In virtù del cosiddetto “federalismo fiscale” cambiano alcune fonti di finanziamento del bilancio comunale: i minori trasferimenti dallo Stato vengono compensati mediante “compartecipazione al gettito dell’IVA” e attraverso un “fondo sperimentale di riequilibrio”. Nel complesso, per l’anno 2011, si registra un saldo positivo di oltre 9 mila euro per il Comune.

Infine, durante la riunione del 7 giugno l’assemblea sarà chiamata a nominare i componenti della commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 192 volte, 1 oggi)