TERAMO – Ragazzo di 15 anni lanciato da una gradinata dello stadio durante un diverbio con altri tifosi. L’episodio è avvenuto nel corso della partita Teramo-Rimini valevole per i play-off del Campionato Nazionale Dilettanti, disputata domenica scorsa nello stadio Piano d’Accio di Teramo. Durante l’incontro nella curva teramana sono nati dei contrasti tra tifosi per motivazioni di carattere sportivo e dalle accuse verbali si è passati all’aggressione fisica. Il giovane, sollevato da un tifoso, è stato lanciato dalla gradinata. Nella caduta ha riportato un trauma contusivo al gomito sinistro, con una prognosi di 30 giorni.

L’aggressore è stato identificato dagli uomini della Digos che si sono serviti anche delle riprese video, ed è stato deferito all’Autorità Giudiziaria. Nei suoi confronti inoltre verrà anche ripristinato il provvedimento Daspo (ossia il divieto di accedere alle manifestazioni sportive) scaduto nel novembre 2008.

Nel corso della stessa partita è stato inoltre deferito all’autorità giudiziaria un altro tifoso che, nonostante fosse destinatario di un provvedimento Daspo ancora in corso (fino al 27 gennaio 2013), stava assistendo all’incontro insieme ad altre persone da una collina retrostante allo stadio, a una distanza di circa 50 metri dall’impianto. Il giovane però è stato notato da una volante della Polizia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 639 volte, 1 oggi)