ALBA ADRIATICA – Si discute di acqua pubblica e di nucleare nell’incontro organizzato sabato 16 aprile alle ore 18 nella sala conferenze del Comune in via Bafile.

L’incontro pubblico, rivolto ai cittadini di Alba Adriatica, Martinsicuro e Tortoreto, oltre che alle associazioni ambientaliste e agli amministratori locali, è stato organizzato e fortemente voluto dal Comitato Abruzzese Difesa Beni Comuni, che da  oltre due anni conduce una tenace battaglia di denuncia e di contrasto delle  istallazioni petrolifere dell’Adriatico.

L’assemblea ha lo scopo di sollecitare e stimolare la costituzione del comitato locale in difesa dell’acqua come bene comune e l’organizzazione della campagna referendaria per le consultazioni popolari sull’acqua pubblica e contro il nucleare del prossimo 12 giugno.

Tra i temi che verranno affrontati nell’incontro anche quello dell’inquinamento del Vibrata e la situazione delle acque dei corsi fluviali in Val Vibrata.

“L’acqua è un bene comune – ha dichiarato in una nota il presidente Claudio Censoni – e deve uscire assolutamente dai profitti e le speculazioni dei privati. Le amministrazioni locali possono fare molto per impedire che l’acqua entri nel business del mercato, e l’esperienza ci insegna che  la gestione privata dell’acqua non porta nuovi investimenti migliorativi ma solo un inarrestabile aumento delle bollette”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)