RIPATRANSONE – Sono numerose le famiglie rimaste isolate nella notte di martedì 1 marzo residenti nelle strade comunali: Cabiano, Visciola, Messieri, Fiorano, Colle del Diavolo, Montebove, Case Rosse.

“Il monitoraggio del territorio- commenta il sindaco di Ripatransone, Paolo D’Erasmo– che è tre volte più grande di San Benedetto del Tronto e cinque volte più grande di Grottammare, è stato effettuato da me, dal vice sindaco Elio Gregori, della Polizia Municipale, della Protezione Civile e degli operai comunali che hanno anche costantemente vigilato sulla situazione del fiume Tesino e Menocchia”.

E’ stato richiesto lo stato di calamità ed emergenza alla Regione, alla Provincia e alla Protezione Civile nazionale per poter avere somme a disposizione da stanziare per far fronte ai notevoli danni stimati in centinaia di migliaia di euro.

Si sollecitano somme certe– conclude D’Erasmo- nel più breve tempo possibile per ripristinare e mettere in sicurezza le numerose strade comunali chiuse”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 862 volte, 1 oggi)