SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il primo appuntamento organizzato dall’Istituto Vivaldi, il concerto di Santa Cecilia, ha riscosso un buon successo di pubblico e critica. Si è tenuto sabato 20 novembre alle ore 21:15 presso il teatro Concordia di San Benedetto, in collaborazione con la fondazione Carisap e il patrocinio del Comune di San Benedetto e della provincia di Ascoli Piceno.

Numerosi coloro che sono stati costretti a rinunciare alla visione per mancanza di ricettività della struttura.
Ad esibirsi è stata l’orchestra “Antonio Vivaldi” con i suoi 25 componenti tra insegnanti ed ex allievi dello storico Istituto musicale cittadino. A dirigerla Benedetto Guidotti. La produzione, curata dalla consulente artistica Daniela Tremaroli, in collaborazione con il presidente Giampiero Paoletti e la direttrice didattica Stefania Spacca, è stata realizzata per celebrare Santa Cecilia, patrona della musica.

In programma due grandi capolavori della letteratura musicale di tutti i tempi: la Sinfonia n. 29 in La Maggiore K201 di Wolgang Amadeus Mozart e Pierino e il Lupo, opera 67 di Sergej Prokof’ev.
L’ascolto di quest’ultima composizione ha consentito di scoprire il timbro e le caratteristiche musicali dei vari strumenti che, in questa occasione, si sono trasformati in personaggi della favola musicale.

Voce recitante di Pierino e il Lupo è stata la poliedrica attrice ascolana Debora Mancini, che ha riscosso un personale successo, grazie all’approccio comico e spigliato al ruolo.
Ci sono tutte le premesse per riproporre lo spettacolo a quanti non hanno potuto seguirlo per mancanza di spazio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 101 volte, 1 oggi)