ASCOLI PICENO- Il personale della Questura nella giornata di venerdì verso le 15,30 ha denunciato per  usurpazione di funzione pubblica L.M., 37enne pregiudicato ascolano, con numerosi precedenti penali a suo carico . Il soggetto, per ragioni ancora sconosciute, si era appropriato della carica di poliziotto e si aggirava per il centro commerciale Città delle Stelle entrando perfettamente “nel ruolo”.

Specie quando si è avvicinato ad un venditore ambulante di colore che cercava di vendere qualcosa ad una signora che stava recandosi a casa dopo aver fatto la spesa. Il solerte “agente” ha intimato al malcapitato, con fare autoritario, di esibire i documenti.

il ragazzo, fortemente intimorito dal fare aggressivo dell’uomo ha cercato la fuga ma è stato prontamente raggiunto e bloccato dal sedicente uomo di legge. Lo stesso si rivolgeva alla donna intimandogli di non allontanarsi in quanto sarebbe stata citata come testimone mentre il venditore ambulante, approfittando del momento, riusciva a divincolarsi e a darsela a gambe levate.

Ma l’arguta signora ha subito sentito puzza di bruciato e ha chiesto a sua volta al “poliziotto” di esibire un documento officiale che lo qualificasse come tale. A tale richiesta l’uomo ha risposto con un evasivo : «Adesso vediamo», allontanandosi velocemente dal luogo

Avuto conferma dei suoi dubbi la signora ha telefonato alla Polizia, quella vera, e gli agenti hanno poi rintracciato il soggetto all’interno dell’ipermercato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 404 volte, 1 oggi)