CUPRA MARITTIMA – Serata intensa quella di sabato 2 novembre al Cinema Margherita di Cupra. Durante la serata, organizzata dal Centro Maritain guidato da Caterina Di Girolami, è stato proiettato “20 sigarette” di Aureliano Amadei, sopravvisuto alla strage di Nassiriya in Iraq del novembre 2003. Presente in sala lo stesso Amadei e Giorgio Colangeli, attore che nel film interpreta il regista Stefano Rolla morto nella strage. Entrambi si sono trattenuti dopo la proiezione per dare vita ad un interessante e partecipato dibattito con il numeroso pubblico accorso al Margherita. Il film “20 Sigarette”, ispirato all’omonimo libro sempre scritto da Amadei, racconta la storia del giovane aiuto regista, interpretato da Vinicio Marchionni, arrivato in Iraq nel novembre 2003 per girare un film insieme al regista Rolla. Purtroppo un casuale susseguersi di eventi porta i due, pochi giorni dopo, giusto il tempo per Aureliano di fumarsi appunto 20 sigarette, a tovarsi nella base italiana dei Carabinieri a Nassiriya contro la quale si è scagliato un camion pieno di esplosivo. Miracolosamente vivo, Aureliano decide così di condividere questa esperienza scrivendo prima il libro ed in immagini poi.

«Trasformare un evento così atroce in un film – ha affermato Amadei – è stato un modo per andare avanti e non lasciare dimenticata questa esperienza. Ogni volta è un’emozione perchè i personaggi di questo film hanno realmente fatto parte della mia vita, anche se per un breve periodo».

Ha aggiunto Colangeli: «Con questo intenso film riviviamo una parte della vita di Aureliano che ha avuto anche una rilevanza internazionale e che ci è stato raccontato dai media tante volte. Ora grazie “20 Sigarette” ora abbiamo un punto di vista oggettivo tipico di chi è stato al centro di un episodio in prima persona».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)