SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per capire che tipo di allenatore è Tiziano Giudici, partiamo da qui: “Andiamo ad Atessa per i tre punti”. Come? E il politicamente corretto del calcio, la timidezza, la paura di parlare chiaramente per il timore di doversi pentire di quel che detto? “No, io ho i piedi ben per terra, ci mancherebbe. Ma noi nelle prime tre partite abbiamo fatto tre pareggi, preso tre punti: tanto quanto in una sola gara vinta. Coi tre punti è importante tentare di vincere, noi abbiamo attaccanti importanti e dobbiamo provarci”.
Dopo poco più di una settimana di guida, Giudici fa il punto della situazione, forte delle due vittorie consecutive: “La squadra sta lavorando con serietà, i giovani si stanno impegnando. Valuto bene anche la situazione dei portieri, perché se giocasse Chessari avremmo delle difficoltà a schierare quattro under fra i giocatori. Occorre studiare anche il modulo da applicare proprio tenendo conto degli under, pensando magari a qualcosa di diverso con un giocatore del 1990 come esterno”.
In attacco ci sono molte alternative: “Ma non è un problema, vedrete che nel corso del campionato avremo bisogno di tutti e qualche volta ci sarà il rischio di avere pochi attaccanti. Pazzi lo state vedendo, Covelli ha disputato una grande partita, Bianchi è pronto, Di Vicino è un giocatore coi piedi buoni”.
Per Giudici, cuprense, l’impatto col pubblico di San Benedetto è stato forte: “La tifoseria la conosco, è una delle più forti di tutta Italia. Ha dimostrato, nonostante i tre fallimenti, di restare molto attaccata alla squadra. Io sono stato accolto bene, a Centobuchi c’erano tanti tifosi che ci hanno aiutato nei momenti difficili con un sostegno infernale. Per me magari non era facile perché subentravo a Palladini, un ragazzo che ha fatto tanto per la Samb e che merita l’attaccamento della tifoseria. Io non ho ancora fatto nulla, qui. Sono cose che dispiacciono, tuttavia adesso dobbiamo unirci per riportare la Samb tra i professionisti”.
Intanto recuperano, anche se lentamente, gli infortunati. D’Aniello è tornato ad allenarsi col resto del gruppo, Zazzetta s’allena a parte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 716 volte, 1 oggi)